Senecio jacobsenii: crassulacea camaleontica


Warning: preg_match(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/millabos/public_html/wp-content/plugins/lightbox-plus/classes/shd.class.php on line 1384

Warning: preg_match_all(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/millabos/public_html/wp-content/plugins/lightbox-plus/classes/shd.class.php on line 700

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/millabos/public_html/wp-content/plugins/lightbox-plus/classes/shd.class.php on line 707

Warning: preg_match_all(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/millabos/public_html/wp-content/plugins/lightbox-plus/classes/shd.class.php on line 700

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/millabos/public_html/wp-content/plugins/lightbox-plus/classes/shd.class.php on line 707

molte piante (e molte altre creature) cambiano colore a seconda della stagione, dell’esposizione, della temperatura. E’ un comportamento che ci accomuna, nemmeno noi abbiamo lo stesso colore tutto l’anno (e nemmeno lo stesso umore a dire la verità). In Senecio jacobsenii questa caratteristica è molto accentuata. In estate sembra più allegro.

Spostando una pianta dall’ombra al sole o dal caldo al freddo, possiamo vedere che il verde vira al rosso e di norma questa variazione segnala un disagio. Senecio jacobseni invece vira al rosa carico, poi dal lilla al viola, non è tanto facile capire se sta segnalando un disagio o un godimento.

Senecio jacobsenii allegrissimo (tutte le eposizioni possibili)

double face

la faccia delle foglie rivolta al sole si colora mentre quella in ombra rimane verde, come se avesse il segno del costume. Potremo con la stessa pianta far felice la signora che ha il salotto verde, anche se appoggiata alla parete opposta c’è la poltrona viola.

questione di sfumature

Sembra una considerazione di poco conto? Chi vende piante ha tante richieste di piante che “stiano bene con”. Spesso il bello delle nostre case viene legato alle “sfumature”, ed è per questo che si costruiscono continuamente ibridi ricercando colori nuovi. Io sono felice quando mi si chiede qualcosa che stia bene con la quantità di luce disponibile nel luogo di destinazione, un po’ meno felice quando devo abbinarla alla tappezzeria del divano. Queste Sanseviera cylindrica per esempio gridano improperi dalle vetrine ma il fatto che siano ancora in vendita sottintende l’esistenza di compratori.

Povere Sansevieria!


Queste poverette hanno le punte fasciate con un vellutino adesivo e sono corredate dal nome scentifico Sansevieria matita, perché… la cultura del verde innanzi tutto! Esiste anche la versione fluo perché al peggio non ci sia fine.

Tornando alla dimensione migliore, quella degli appassionati di piante e di natura vera: Senecio jacobsenii è di facile coltivazione, rapida crescita e grande adattabilità. Sta benissimo appeso, oppure appoggiato su un ripiano da cui possa scendere anche per i due metri che per lui sono solo l’inizio.

Fioritura

fiori di Senecio jacobsenii

coltivare Senecio jacobsenii significa arrendersi all’idea che l’arancione sta bene anche col rosa chiaro e scuro, ma anche col lilla: INCREDIBILE!

le attenzioni per il futuro

Senecio jacobsenii è una pianta di dimensioni importanti. Occorre ricordare di metterlo in sicurezza perché col suo peso potrebbe capottare il vaso o rompere i gancetti che lo tengono appeso. Fa sorridere parlarne se si ha una pianta ancora piccola però anche intanto che noi saremo distratti lui crescerà, forse perché il tempo non passi inutilmente. Un giorno sarà una fogliolina minuscola a far traboccare il vaso e potremmo rischiare di trovarlo a terra spezzettato. Quindi sostegni robusti!

terriccio ed esposizione per Senecio Jacobsenii

(ho letto che la preposizione “ed” è ormai ad uso esclusivo degli anziani…non posso nemmeno pensare a quanti secoli può avere chi sente il bisogno fisico di scrivere “ad”). L’esposizione la scegliamo noi, escludendo il sole mordente di mezzogiorno si adatta a tutto. Teme il gelo per cui andrà riparato dove necessario. In primavera e ad (santo cielo! me ne è scappato un altro) ogni cambio di collocazione, andrà abituato al nuovo sole, magari coprendolo con un tulle per qualche giorno, se avrà esposizione più forte.

per il terriccio metto il link all’articolo un po’ vecchierello ma sempre valido: https://millaboschi.com/terriccio-per-piante-grasse/

e adesso gli auguri

oggi è il 6 gennaio, potevate davvero pensare di leggere in pace sfuggendo agli auguri? IMPOSSIBILE! Auguro a tutti il potere di cambiare colore, non solo per mimetizzarci quando necessario per sopravvivere (e non è poco), ma anche per BRILLARE. In questo tempo difficile occorre tirare fuori le nostre sfumature migliori per spargere bellezza. Auguro a tutti un anno di BUONE COLTIVAZIONI (di piante, di amicizie, dignità e amore)

e infine la parte commerciale, anche questa inevitabile, come gli auguri 🙂 vendiamo Senecio jacobsenii in diverse misure, in serra o spedendolo. per info 347 4121367 anche whatsApp

Pubblicato da

millaboschi

Sono Milla, contadina da sempre, floricoltrice da 15 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.